CORONAVIRUS: VOLONTARI CRI A FIUMICINO. ALLARMISMI E FAKE NEWS PIU’ GRAVI DEL VIRUS STESSO
CORONAVIRUS: VOLONTARI CRI A FIUMICINO. ALLARMISMI E FAKE NEWS PIU’ GRAVI DEL VIRUS STESSO

Nelle ultime 4 settimane, solo su Twitter sono stati pubblicati oltre 15 milioni di tweet con l’hashtag “coronavirus”: il trend sembra destinato a crescere. Questa tendenza social porta con sé un’impennata di fake news, disinformazione e falsi allarmismi. Un gravissimo fenomeno che allontana dalla reale portata della situazione e soprattutto un danno sociale che la Croce Rossa vuole contrastare, in linea con il Ministero della Salute.

Le azioni della CRI dall’inizio dell’allerta coronavirus

La Croce Rossa Italiana fa parte di un sistema complesso guidato dal Dipartimento della Protezione Civile. Sull’allerta coronavirus è perciò impegnata sin dalle prime ore, in collaborazione con il Commissario Straordinario per lo stato di emergenza, Angelo Borrelli, e con il Ministero della Salute: stiamo gestendo in sicurezza il trasporto dei casi potenzialmente sospetti verso le strutture sanitarie di competenza, attraverso l’utilizzo dei mezzi speciali di alto biocontenimento predisposti in caso di emergenze sanitarie come questa. Inoltre, siamo operativi a Fiumicino con centinaia di volontari e volontarie formati per effettuare un primo rilevamento della temperatura corporea con appositi termoscanner delle persone in transito negli aeroporti e nei porti. Stiamo poi veicolando su tutti i nostri canali di comunicazione informazioni corrette e linee guida comportamentali, grazie al nostro personale sanitario. Infine, siamo disponibili all’ascolto dei cittadini h24, attraverso il numero verde di “Cri per le Persone”, 800-065510.

Il contrasto alle notizie false

Ma è altrettanto importante contrastare la pericolosa circolazione di notizie false, foriera di conseguenze gravi quali panico sociale, intolleranza e fenomeni discriminazione e razzismo. Ecco perché è fondamentale promuovere un engagement costruttivo su quello che è un tema ancora in via di sviluppo: la popolazione italiana deve ricevere informazioni corrette e attendibili. I Principi della Croce Rossa Italiana sono il nostro faro e li applichiamo in qualunque azione compiamo: anche in caso di allerta virus l’Umanità viene prima di tutto. Questa è la nostra forza.