KAZAKISTAN: DIALOGO CON CONSORELLE DELL’EST EUROPA, BALTICO, CAUCASO MERIDIONALE E ASIA CENTRALE
KAZAKISTAN: DIALOGO CON CONSORELLE DELL’EST EUROPA, BALTICO, CAUCASO MERIDIONALE E ASIA CENTRALE
KAZAKISTAN: DIALOGO CON CONSORELLE DELL’EST EUROPA, BALTICO, CAUCASO MERIDIONALE E ASIA CENTRALE
KAZAKISTAN: DIALOGO CON CONSORELLE DELL’EST EUROPA, BALTICO, CAUCASO MERIDIONALE E ASIA CENTRALE

Dal 16 al 18 maggio si è tenuta ad Almaty, in Kazakistan, la Riunione dei leader delle Società Nazionali dell’Est Europa, del Baltico, del Caucaso meridionale e dell’Asia Centrale. Le Società nazionali dei cosiddetti paesi russofoni hanno grandi capacità e ci sono molte opportunità per la IFRC di rafforzare in queste regioni programmi e attività.

La Riunione di Almaty

Ho partecipato, dal 16 al 18 maggio 2017, in veste di vicepresidente per l’Europa e l’Asia centrale della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC), all’importante Riunione dei leader delle Società Nazionali dell’Est Europa, del Baltico, del Caucaso meridionale e dell’Asia Centrale, tenutasi ad Almaty, in Kazakistan (città che ospiterà la prossima Conferenza Regionale europea nel 2018).

La Federazione Internazionale in queste regioni

Le Società nazionali dei cosiddetti paesi russofoni hanno grandi capacità e ci sono molte opportunità per la IFRC di rafforzare in queste regioni programmi e attività. In queste zone c’è una ricchezza di esperienza che va utilizzata meglio. Penso alla gestione delle emergenze, alla salute, all’impegno e la partecipazione della gioventù e, ultimo ma non meno importante, la migrazione.

La migrazione

La migrazione è rilevante in questi territori. Molte, infatti, sono le persone in movimento a causa del lavoro. E’ importante, perciò, studiare delle strategie per meglio soddisfare le esigenze di questo gruppo vulnerabile. Si tratta di un argomento umanitario cruciale.

Le emergenze e le calamità

Si è discusso poi, viste le caratteristiche del territorio, di come realizzare programmi di riduzione del rischio, il cosiddetto “disaster management”. Un lavoro fondamentale per tutelare le vite di queste comunità. Le Società Nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa hanno il dovere di preparare le persone alle emergenze. E in questo, la formazione è fondamentale e va rafforzata costantemente.

I giovani

L’impegno giovanile, dal mio punto di vista, è fondamentale per la crescita delle nostre Società Nazionali. Lavorare con e per i giovani è un investimento che non si può perdere. Solo quando coinvolgiamo i giovani le nostre società nazionali possono realmente crescere e cambiare mentalità. Ecco perché ho sempre spinto avanti i giovani in Europa e a livello globale: lavorare con loro significa operare direttamente sul futuro delle nostre Società Nazionali.