Francesco Rocca (CRI) per compleanno Croce Rossa Italiana

Mai come quest’anno è un orgoglio festeggiare il compleanno della Croce Rossa Italiana. Mai come oggi i nostri oltre 160 mila Volontari e Volontarie, provenienti dalle oltre mille sedi diffuse sul territorio nazionale, possono testimoniare la fierezza di un’appartenenza. Mai come in questo momento di emergenza Covid-19 abbiamo dimostrato, con l’operato quotidiano, appassionato e incessante, un’adesione concreta e reale ai Principi e Valori che sono alla base del nostro Movimento.

La maturità del nostro volontariato nel nostro Paese

Ecco perché, per tutti noi, questo deve essere doppiamente un giorno di celebrazione, da un lato per la nascita di una realtà che opera “ovunque per chiunque” ma, soprattutto, per la maturità raggiunta dal nostro volontariato in Italia. Siamo presenti, 24 ore su 24, in aiuto di qualunque vulnerabilità, in Italia e all’estero. Nuove povertà, emergenze internazionali, cultura dell’umanitarismo, della cooperazione internazionale, della prevenzione alla salute.

La CRI ha contribuito a costruire la storia d’Italia

Ma il compleanno della CRI è anche un’occasione per riflettere sulla storia d’Italia. Storia che l’Associazione ha contribuito a costruire attraverso l’azione incessante delle Volontarie e dei Volontari, del Corpo Militare e delle Infermiere Volontarie.  Viva la Croce Rossa Italiana che è un punto di riferimento per il nostro Paese, oggi più che mai!

Vedi il video della giornata celebrativa al seguente link  https://youtu.be/4JipODEu278